Brufoli: cause e rimedi. Ecco come eliminarli in modo naturale

182

Da sempre, a qualsiasi età, i brufoli sono un inestetismo molto fastidioso. Scopri le cause e come eliminarli in maniera naturale

Brufoli: cause e rimedi. Ecco come eliminarli in modo naturale
Brufoli: cause e rimedi. Ecco come eliminarli in modo naturale

I brufoli sono un problema diffuso e conosciuto, soprattutto tra gli adolescenti quando lo sviluppo provoca un cambiamento. Nel nostro articolo andremo a conoscere cosa fare per i brufoli, ovvero quali siano i rimedi naturali per poterli eliminare.

Cause della formazione dei brufoli

Prima di entrare nel vivo del nostro testo, ovvero conoscere come eliminare i brufoli in modo naturale, analizziamo quali sono le cause della loro comparsa (fonte). Non si tratta di un problema che riguarda solo gli adolescenti, sebbene sia molto più diffuso tra di loro.

Nel caso in cui l’acne compaia appunto tra i più giovani, le cause principali possono essere legate a fattori ormonali. Quando i brufoli compaiono in età più avanzata, la causa può essere quella di forte stress o assunzione di qualche medicinale piuttosto pesante.

Come curare i brufoli che riguardano il volto

Andiamo a conoscere da vicino cosa mettere sui brufoli in faccia, tra cui quelli molto frequenti che interessano il mento, in modo naturale:

Miele

Miele: tra i rimedi naturali per brufoli a cui ci possiamo rivolgere, c’è questo prodotto molto conosciuto e molto utilizzato.

Il miele ha potenti proprietà antibatteriche, e messo direttamente sul brufolo va a penetrare fino in profondità purificando la pelle dall’interno.

Il miele di manuka (questo) è il più indicato, grazie alle sue riconosciute e certificate proprietà antibatteriche.

Acido Salicilico

Acido Salicilico: se ci si chiede come seccare i brufoli, uno dei prodotti più idonei alla causa è senza dubbio l’Acido Salicilico.

Si tratta di un prodotto facilmente reperibile che è dotato di proprietà astringenti, e va ad agire in maniera decisa sulla produzione di sebo diminuendola sensibilmente.

Un buon prodotto è il sapone Acido Salicilico, per detergere i pori della pelle, che trovi anche su amazon qui.

Aceto di mele

Aceto di mele: si tratta di un elemento molto acido, che quindi va ad agire in maniera decisa sul brufolo infiammato e gonfio. La sua funzione astringente farà sì che il brufolo si asciughi e vada a ritirarsi.

E’ uno tra i rimedi casalinghi più efficaci in assoluto per sfiammare i brufoli, peraltro molto facile da preparare.

Basta mischiare due cucchiai di aceto di mele  con 200 millilitri di acqua calda. Il composto servirà a lavare la zona interessata dal brufolo.

Vapore

Bagni di vapore al viso: questo è quanto si annovera nella categoria dei rimedi della nonna. Si mette il viso vicino all’acqua in ebollizione all’interno di una pentola coprendosi la testa con un panno.

I vapori permetteranno ai pori della pelle di aprirsi, permettendo una depurazione rapida ed efficace del viso.

Brufolo delle grandi labbra rimedi naturali

Uno dei più dolorosi che possono comparire sulle persone, è il brufolo delle grandi labbra.

Si tratta di un problema che colpisce alcune donne, le quali si trovano ad affrontare un problema molto pesante.

Solitamente fanno la loro comparsa per un’infiammazione del bulbo pilifero che interessa il derma e il tessuto sottocutaneo.

Ecco le cause che possono portare alla formazione del brufolo delle grandi labbra (fonte):

Causa non grave

Una delle cause che non rappresentano una preoccupazione per la donna interessata, è quella relativa all’incistamento di un pelo situato nella zona in cui è comparso il brufolo. Una delle ragioni che può portare a questo genere di incistamento è la depilazione.

Cause più serie

Ci sono invece casi in cui la presenza del brufolo sulle grandi labbra desta preoccupazione. Si tratta di quella situazione in cui il brufolo cresce e cambia colore. Quando questo dopo una settimana non migliora, e contestualmente provoca dolore e febbre, la situazione è sicuramente seria.

I brufoli vaginali di questo genere possono nascondere uno dei seguenti problemi:

  • HIV: la comparsa di questo tipo di brufolo può rappresentare l’avviso della presenza di una malattia infettiva a carattere sessuale.
  • Miasi cutanea: conosciuta anche con il nome di miasi foruncolosa è un’infestazione della pelle la cui casa è da ricercare nelle larve di certe specie di mosche.
  • Diabete: questa patologia, e ancora di più la forma del diabete mellito, può essere causa della comparsa di foruncoli nella zona delle grandi labbra.

In questi casi è fondamentale sentire il parere di un medico.

Rimedi naturali

Tra i rimedi naturali che sono idonei al trattamento dei brufoli vaginali, c’è il pepe nero, in particolare le sue foglie.

Ecco come preparare il rimedio fai da te:

  • Raccogliere alcune foglie di pepe nero e immergerle nell’acqua bollente.
  • Lasciare in infusione le foglie.
  • Preparare un bendaggio e metterlo nell’acqua, la quale dovrà prima essere filtrata.
  • Applicare il bendaggio sulla zona in cui si trovano i brufoli, grazie all’effetto benefico delle foglie di pepe nero il problema scomparirà in breve tempo.

Un altro rimedio decisamente interessante è quello delle foglie di Alternantera Pungente.

Si tratta di una pianta dalle proprietà benefiche e terapeutiche notevoli, ma va utilizzata con moderazione perché altamente tossica se ne viene fatto un uso eccessivo.

Ecco come preparare il trattamento:

  • Mettere a bollire le foglie di Alternantera Pungente.
  • Macinarle all’interno di un recipiente fino a che non si forma una pasta.
  • Applicare tale pasta direttamente sui brufoli.

Conclusioni

I brufoli sono qualcosa che in alcuni casi si risolve semplicemente aspettando senza fare nulla, mentre in altri possono esserci problemi più seri.

Il consiglio è quello di recarsi dal medico per una visita di controllo se la permanenza del brufolo si potrae per più di 4/5 giorni senza accennare a migliorare. Questo per avere una diagnosi precisa e incominciare quanto prima qualsiasi trattamento.

Articolo PrecedenteAlluce valgo: sintomi, cause, rimedi e cure
Prossimo ArticoloDolore in basso a destra: cos’è?
niklaos2005@gmail.com'
Nicola
Sono un autore multitasking, ossia che ama scrivere a prescindere dal tema che deve affrontare. Da qualche tempo però, avvicinandomi al tema della salute per alcuni blog, questo argomento mi ha conquistato. Il motivo? Un po' perché di natura sono curioso, e scoprire cose nuove grazie alla medicina che avanza mi affascina molto. La cosa però più preponderante, è il fatto che scrivere sul tema salute mi fa sentire parte di quella catena che aiuta le persone a prendere coscienza del proprio corpo, mostrando quali sono le cose da fare e da conoscere per combattere qualsiasi malattia e problematiche varie.