Peli Incarniti: Rimedi per Come Toglierli e prevenire

4

Ecco quali sono le principali cause dei peli incarniti e i metodi migliori per eliminarli e prevenire la loro comparsa

Peli Incarniti: Rimedi per Come Toglierli e prevenire
Peli Incarniti: Rimedi per Come Toglierli e prevenire

I peli incarniti sono dei peli che sono cresciuti all’interno della pelle invece di uscire. Le cause possono essere diverse.

A volte, la pelle morta può bloccare un follicolo pilifero, costringendo i peli a crescere lateralmente sotto la pelle (talvolta arrotolandosi) invece che verso l’alto. Altre volte, tagliare i peli più spessi e ricci (come quelli delle zone intime) troppo vicino alla pelle farà sì che l’estremità affilata del pelo buchi la pelle e causi un pelo incarnito.

Anche se alcuni di noi sono più inclini ai peli incarniti rispetto ad altri, questo fastidio può apparire in qualsiasi momento. Tra le altre cose, possono essere dolorosi, antiestetici e, se si infiammano e creano pus, possono richiedere del tempo per guarire. Ecco perché è meglio sapere come evitare i peli incarniti, oltre che come toglierli.

Perché si formano i peli incarniti?

I peli incarniti sono una condizione in cui i peli si arricciano o crescono lateralmente nella pelle.

La condizione è più comune tra le persone che hanno peli spessi o ricci.

Di solito appaiono in aree che sono rasate frequentemente, o dove si fa frequentemente depilazione o epilazione con lamette o ceretta: il viso (come la zona della barba negli uomini, o il mento), le gambe (anche nell’interno coscia), l’inguine, le ascelle, i glutei. Qualsiasi azione che provoca la rottura del pelo in modo irregolare può portare ai peli incarniti.

A volte, un pelo incarnito può portare una ciste o una pustola, una protuberanza che si infetta e che diventa rossa e gonfia, in maniera simile ad un piccolo brufolo. Questo brufolo, soprattutto se più grande o se è accompagnato da altri brufoli simili, può portare fastidio e prurito.

Peli incarniti: cause

Anche se alcune persone sono più incline di altre a sviluppare i peli incarniti, questa condizione può colpire chiunque, non solo chi ha i peli più spessi o ricci.

Ecco alcune delle cause più comuni dei peli incarniti.

Depilazione o epilazione

I metodi di depilazione che tirano fuori il pelo dalla radice, come l’uso di pinzette o dei migliori epilatori, possono causare i peli incarniti perché il pelo che ricresce, essendo più debole, potrebbe non riuscire a trovare la sua “via d’uscita” fuori dalla pelle.

Rasatura

Quando ci si rade si possono causare peli incarniti per molte ragioni: se non si preparare la pelle prima della rasatura con una giusta idratazione e uno scrub come questo, se non si usa una schiuma o una crema, oppure se ci si rade con un rasoio non affilato.

Nonostante questo, il rischio c’è sempre perché quando ci si rade la lama taglia il pelo molto vicino al follicolo pilifero. Ne consegue che il pelo che ricresce avrà un’estremità più affilata e appuntita, rendendo più facile perforare la pelle per “avvolgersi” su se stesso quando cresce.

Avere peli ricci o spessi

Se hai dei peli ricci o particolarmente spessi (oppure considerando aree in cui i peli sono naturalmente più doppi, come l’area inguinale) è più probabile che si avranno i peli incarniti.

Pelle secca

Se si ha la pelle secca si possono rischiare i peli incarniti perché il pelo potrebbe rimanere intrappolato nel follicolo pilifero e crescervi sotto, dato che non riuscirebbe a “bucare” la pelle per uscire. Utilizzare costantemente una buona crema idratante come questa potrebbe sicuramente portare benefici.

Pressione o attrito

Abiti stretti, tessuti sintetici o biancheria intima in poliestere possono complicare questa condizione, soprattutto se li indossi molto spesso. Questo può essere un problema a lungo termine, specialmente in una zona vulnerabile o più incline ai peli incarniti (ricordiamo sempre la zona inguinale).

L’ideale è indossare abiti di cotone che siano traspiranti e che non sfreghino contro la pelle.

Come rimuovere i peli incarniti?

Nella maggior parte dei casi, i peli incarniti vanno via da soli, molto probabilmente troveranno una via d’uscita attraverso la pelle che li ha bloccati.

La cosa migliore da fare mentre aspetti che questo accada è non grattare la pelle o radersi sopra la protuberanza, perché c’è il rischio di infettare o peggiorare il pelo incarnito.

Acido salicilico

I peli incarniti sono abbastanza simili ai brufoli, specialmente quando esso è accompagnato da pus. Per questo motivo, si ricorre spesso ai farmaci che si prendono per l’acne.

Si potrebbe applicare perossido di benzoile o acido salicilico più volte al giorno per alcuni giorni (ma bisogna sempre verificare di non essere allergici).

Questa azione, insieme all’esfoliazione quotidiana con una spazzola esfoliante come questa, è spesso più che sufficiente per rimuovere i peli incarniti, poiché il gonfiore sarà ridotto e darà ai peli più spazio per crescere verso l’esterno.

Ottimo anche il sapone all’acido salicilico e il siero.

Creme steroidee

Un’altra formulazione efficace è applicare una crema contenente steroidi ai peli infetti o incarniti. Se il pelo incarnito comincia a riempirsi di pus bianco o giallo, è infetto e deve essere trattato.

In questa situazione, prima di rimuovere il pelo, è necessario trattare l’infezione. Per fare questo, applica una piccola quantità di crema steroidea sulla parte superiore della pelle infetta. La crema ridurrà il gonfiore e aiuterà ad eliminare l’infezione.

Esfoliazione

Si consiglia di esfoliare la zona dove ci sono i peli incarniti per un paio di volte al giorno per rimuovere la pelle che li ricopre. Strofina delicatamente il pelo con uno scrub o con un guanto esfoliante, o anche solo con una spugna per il viso come questa.

Questo aiuterà a rimuovere tutte le cellule morte della pelle, lo sporco e gli oli che possono contribuire a intrappolare il pelo incarnito e impedire che esca, o che si sia in grado di rimuoverlo correttamente.

Applicare delle salviette umide

Mettere un panno caldo e umido sulla zona interessata per qualche minuto è una cosa molto utile. Inumidisci un panno con acqua calda, strizzalo e premilo contro il pelo incarnito per qualche minuto.

Quando il panno si raffredda, passalo di nuovo sotto l’acqua calda e ripeti il processo per un paio di volte. Questo ammorbidirà la pelle e renderà molto più facile per il pelo incarnito venire in superficie.

Come prevenire i peli incarniti?

Per prevenire i peli incarniti, prova questi utili consigli ogni volta che ti radi o fai la ceretta:

  • ogni giorno strofina la tua pelle con un movimento circolare, usando un panno umido o uno scrub per rimuovere i peli incarniti;
  • utilizza un rasoio affilato per raderti, meglio se a quattro o cinque lame;
  • prima di iniziare, inumidisci la pelle con acqua calda e applica un gel lubrificante.
  • raditi nella stessa direzione della crescita dei peli. Sciacqua il rasoio con acqua dopo ogni colpo;
  • se stai usando un rasoio elettrico, cerca di tenerlo leggermente al di sopra della superficie della pelle;
  • applica un panno fresco sulla pelle dopo la rasatura per ridurre l’irritazione.

Potresti anche provare altri metodi di depilazione che hanno meno probabilità di portare ai peli incarniti, come le creme depilatorie o i metodi permanenti come il laser come questo che rimuove il follicolo pilifero.

Se sei incline a sviluppare peli incarniti in maniera regolare, dovresti parlare con il tuo medico su come fare per ridurre la comparsa di queste fastidiose condizioni della pelle.

Nella maggior parte dei casi, alcuni cambiamenti alla tua routine di cura della pelle possono ridurre significativamente l’insorgenza di peli incarniti e la relativa irritazione. Pertanto, si raccomanda di non saltare i passaggi di cui sopra quando ci si rade o si fa la ceretta in qualsiasi zona del corpo.