Alluce valgo: sintomi, cause, rimedi e cure

166

Alluce valgo o valgismo, ecco i rimedi e le cure che ci sono per superare al meglio questo problema spesso molto doloroso

Alluce valgo: sintomi, cause, rimedi e cure
Alluce valgo: sintomi, cause, rimedi e cure

L’alluce valgo è spesso sottovalutato in quanto per molti si tratta solo di un inestetismo da correggere.

In realtà, è bene sapere che si tratta di una vera e propria patologia, la quale può arrivare ad essere anche invalidante.

Nel nostro articolo andremo a trattare da vicino il tema alluce valgo, parlando delle cause, dei sintomi e dei rimedi naturali che ci sono per affrontare il problema.

Cos’è l’alluce valgo

L’alluce valgo è nello specifico una vera e propria deformazione che avviene a carico dell’articolazione metatarso-falange del piede.

In pratica, coloro che avranno questa problematica vedranno una deviazione laterale (o valgismo) dell’alluce.

Quando avviene questa deformazione ossea di solito assieme ad essa si verifica anche un’infiammazione della borsa mucosa, la quale è posizionata precisamente alla base dell’impianto dell’alluce.

Alluce valgo cause

Quali sono le cause che nel tempo portano alla manifestazione di questa patologia? Entriamo nel dettaglio di queso aspetto molto importante:

Cause ineliminabili

  • Predisposizione di genere: sebbene l’alluce valgo colpisca anche l’uomo, tale patologia è molto più frequente nel sesso femminile.
  • Ereditarietà: sebbene non vi sia qualcosa di scontato, se in famiglia sono presenti già dei casi di alluce valgo nelle precedenti generazioni, è probabile che possa verificarsi anche nella progenie. Più sono frequenti i casi familiari, più aumentano le probabilità di manifestarlo.
  • Caratteristiche naturali del piede: nei soggetti che morfologicamente presentano già un piede il cui alluce sia tendente verso l’interno, la deviazione con il tempo si accentua.

Quelle che abbiamo visto sono le cause di alluce valgo che hanno un’origine per la quale niente si può fare. Ci sono invece casi di alluce valgo dovuto a una cattiva gestione del proprio piede, e rappresentano errori che invece si possono evitare.

Cause aggiuntive

Ecco quali sono le cause che fungono da innesco alla manifestazione dell’alluce valgo:

  • Le scarpe indossate: non si intende quelle che si mettono ogni tanto, ma quelle che si indossano con molta frequenza nel corso della vita. Le scarpe con tacchi alti e décolleté a punta, che si cominciano a portare in età giovanile, sono causa nel tempo di quella che possiamo definire come la prima causa in assoluto della deformazione del piede. Sono infatti tipi di calzature che per loro natura vanno a modificare l’assetto dell’avampiede, costringendo l’alluce verso l’ilice in una posizione duratura che non è consona alla salute.
  • Essere sovrappeso: il peso eccessivo va a segnare profondamente la salute del piede, che nel tempo costretto a reggere molti chili può manifestare una serie di problematiche. Tra queste c’è anche l’alluce valgo, favorito dal fatto che per l’eccesso di peso la camminata è spesso scorretta.
  • Lesioni a carico del piede: nel caso di infortuni più o meno seri, potrebbe innescarsi un processo osseo che porta alla formazione dell’alluce valgo.

Alluce valgo dolore

Abbiamo potuto constatare da quanto detto fino a questo momento, che oltre ad essere un problema spesso invalidante nei movimenti, l’alluce valgo è una patologia molto dolorosa.

La sensazione di pressione che si sente nella zona, ogni volta che si compie un passo, rappresenta un problema decisamente molto serio.

Alluce valgo sintomi

Entriamo adesso in una sfera decisamente importante, ovvero quali sono i sintomi che si possono riscontrare quando si è in presenza dell’alluce valgo.

Saper riconoscere quanto prima questa situazione può favorire la risoluzione del problema in questione. Andiamo a conoscere da vicino quali sono i sintomi dell’alluce valgo.

Sebbene i sintomi non siano comuni a tutte le persone, ci sono delle situazioni generali che possono fungere da campanello di allarme della presenza di tale patologia.

In presenza di alluce valgo infiammato, c’è chi avverte un dolore insopportabile anche se non vi è ancora alcuna deviazione, e c’è chi dice si sentire dolore al secondo dito. Andiamo ad osservare quali sono i sintomi più frequenti nelle persone che poi manifestano il problema dell’alluce valgo, come descritto su medicinaonline.co.

Sintomi iniziali

Nel momento in cui si comincia a manifestare la patologia, si nota la presenza di un piccolo rigonfiamento nella zona dell’alluce, sia alla base che intorno al dito. Altri sintomi sono:

  • Dolore intermittente.
  • Diminuzione della possibilità di muovere l’alluce.
  • Presenza di un inizio di deviazione dell’alluce.

Sintomi tardivi

Quando l’alluce valgo è in fase avanzata, si riscontrano in via generale i seguenti sintomi:

  • Rigonfiamento evidente alla base e intorno all’alluce.
  • Ispessimento della pelle nella zona interessata dal rigonfiamento.
  • Dolore continuo nella zona dell’alluce.
  • Impossibilità di qualsiasi movimento.
  • Deviazione prominente dell’alluce, con conseguente accavallamento dell’alluce con il dito a fianco.
  • Problei nell’indossare qualsiasi tipo di scarpa.
  • Seri problemi di deambulazione.

Come curare l’alluce valgo: i rimedi

Uno dei principali sistemi per risolvere il problema dell’alluce valgo è l’operazione, ma quando non è possibile sottoporsi ad un interevento ci sono dei rimedi che possono aiutarci ad alleviare il dolore. Vediamo di cosa si tratta:

  • Scarpe comode o sandali per alluce valgo: calzature ampie e comode o sandali (come questi) aperti sono soluzioni ottimali per dare comfort al piede. In questo modo si evitano pressioni sulle dita che provocano molto dolore.
  • Divaricatore (o cuscinetto): una soluzione per affrontare il problema del dito che devia verso l’interno del piede è quella di porre tra le dita del piede interessate un divaricatore in silicone per alluce valgo, il quale va a fungere da correttore della posizione delle dita.
  • Rimedi in farmacia per curare l’alluce valgo: la possibilità di recarsi in farmacia non è una scelta errata, anzi, qui si possono trovare delle cure molto valide. Si può infatti contare su un tutore dedicato (come questo) o cure specifiche a base di crema pensata proprio per l’alluce valgo infiammato.

Esercizi per alluce valgo

Per prevenire la formazione dell’alluce valgo, o per contrastare i primi sintomi che compaiono, ci sono alcuni esercizi efficaci da fare. Entriamo nel dettaglio:

  • L’asciugamano: si poggia a terra un asciugamano davanti al piede interessato dall’alluce valgo e, tenendo il tallone a contatto con il pavimento, si cerca di avvicinare a sé l’asciugamano tirandolo con le dita del piede.
  • Le biglie: come si fa per l’asciugamano, un esercizio interessante è quello di cercare di raccogliere con le dita dei piedi le biglie posizionate a terra.
  • L’elastico: si tratta dell’esercizio in assoluto migliore. Si prende un elastico di quelli tipici del fitness e lo si posiziona intorno ad entrambi gli alluci. A questo punto si vanno a ruotare i piedi in mod da direzionare le dita verso l’esterno del piede.

Il tutore

Spesso quando si parla di alluce valgo si fa riferimento anche al tutore (come questo articolo), elemento importante  soprattutto nei primi tempi in cui si manifesta la sintomatologia. Scopriamo di che si tratta nello specifico.

Siamo di fronte ad un vero e proprio supporto ortopedico, il quale ha la funzione di andare a limitare quelli che sono i sintomi invasivi che sopraggiungono in caso di valgismo.

Si va a posizionare la struttura intorno alla parte finale del piede, e la stessa presenta una appendice che si andrà ad inserire tra l’alluce e il secondo dito in modo da tenerli ben separati.

Operazione

Una delle opzioni che si hanno per superare il problema dell’alluce valgo è quella di sottoporsi ad un’operazione (fonte).

Sebbene negli anni si siano viste molte tipologie di intervento per la correzione dell’alluce valgo, la più utilizzata ad oggi è quella dell’osteotomia.

Si pratica una frattura artificiale per poi andare a spostare l’osso nel modo corretto. Per assicurare al dito una corretta posizione, in seguito all’intervento di osteotomia si vanno a bilanciare i tendini e i legamenti dell’alluce.

Il punto esatto in cui viene eseguita la frattura artificiale non è mai lo stesso, ma cambia a seconda della gravità che presenta il piede del paziente.

Scarpe per alluce valgo

In caso di alluce valgo, quale sarebbe la scarpa perfetta per non sentire dolore e poter condurre la vita di tutti i giorni in modo sereno? La calzatura in questione dovrebbe avere una punta pittosto ampia in modo da ospitare le dita dei piedi senza alcuna costrizione. Meglio se prive del tutto di taccco.

Anche sul materiale si deve fare molta attenzione, deve infatti essere morbido e soprattutto assecondare correttamente la naturale forma del piede.

Considerate che le scarpe rappresentano un elemento importante anche per la prevenzione, in quanto come abbiamo visto in precedenza se non corrette sono una delle cause maggiori di alluce valgo in età avanzata.

Sandali per alluce valgo

Il periodo estivo richiama ciabatte e sandali (come questi), ma come fare nel caso in cui si abbia l’alluce valgo? In questo caso è bene scegliere un sandalo che non solo possa nascondere tale inestetismo, ma che sia anche in grado di aiutare a sentire meno dolore.

Dunque, i migliori sono i sandali dotati di infradito, che hanno la struttura fatta in modo da coprire il valgismo e allo stesso tempo tenere separati alluce e illice.

E’ chiaro che si debbano scegliere quelli privi di qualsiasi tacco, ovvero quelli che fanno tenere l’intera pianta del piede ben salda a terra.

Divaricatore

Il divaricatore per alluce valgo (come questo) è un supporto ortopedico che spesso viene confuso con il tutore (come questo). Essendo che entrambi hanno la stessa funzione e a volte anche una forma molto simile, il più delle volte non viene fatta distinzione. In effetti non sono così dissimili, ma si differenziano per un elemento particolare.

Il tutore vero e proprio presenta una struttura che va a circoscrivere il piede intero o in alternativa una struttura a fascia di plastica che avvolge la parte finale del piede.

Il divaricatore invece è di solito un supporto molto piccolo che va ad avvolgere esclusivamente l’alluce, e che come il tutore presenta l’appendice per separare le prime due dita del piede.

Creme per alluce valgo

Per quanto riguarda le creme non ci sono prodotti che possono curare completamente l’alluce valgo, ma ci sono quelle che permettono quantomeno di agire in maniera ottimale sul dolore come questa.

Nello specifico, si tratta di coaudiuvanti antidolore che vanno ad agire sulla zona di infiammazione, donando a chi li utilizza benessere e sollievo immediato. Si tratta alla fine di creme con poteri antinfiammatori, che vanno quindi ad agire non tanto sul problema di deviazione dell’alluce, quanto sullo stato infiammatorio che ne consegue.

Prima di utilizzare qualsiasi crema è però necessario consultarsi con il proprio medico di fiducia.

Rimedi naturali alluce valgo

Non esistono anche nel caso dei rimedi naturali sistemi che possono fare miracoli. Dunque, non si ha la ricetta per la guarigione completa, ma si può agire in maniera importante sullo stato infiammatorio e sul dolore.

La cosa importante è che si arriva a provare benessere senza dover andare ad utilizzare medicinali, i quali a volte possono avere delle controindicazioni.

Il più praticato e consigliato è quello dei massaggi o pediluvi con oli essenziali. Si prende una bacinella e la si riempie con acqua calda. Successivamente si mescola un chucchiaino di miele con 4 o 5 gocce di olio essenziale e il composto ottenuto lo si fa sciogliere nell’acqua calda. La tipologia di essenza indicata è quella di lavanda (questo prodotto), oppure in alternativa il tea tree oil (questo prodotto) con sali del mar morto.

Articolo PrecedenteValori colesterolo alti e normali: quali sono i più a rischio?
Prossimo ArticoloBrufoli: cause e rimedi. Ecco come eliminarli in modo naturale
niklaos2005@gmail.com'
Nicola
Sono un autore multitasking, ossia che ama scrivere a prescindere dal tema che deve affrontare. Da qualche tempo però, avvicinandomi al tema della salute per alcuni blog, questo argomento mi ha conquistato. Il motivo? Un po' perché di natura sono curioso, e scoprire cose nuove grazie alla medicina che avanza mi affascina molto. La cosa però più preponderante, è il fatto che scrivere sul tema salute mi fa sentire parte di quella catena che aiuta le persone a prendere coscienza del proprio corpo, mostrando quali sono le cose da fare e da conoscere per combattere qualsiasi malattia e problematiche varie.