Artrosi

La parola artrosi è oramai entrata nella vita di tutti, anche se non perché se ne soffre, almeno se ne è sentito parlare. Non tutti però conoscono fino in fondo questa malattia che, a seconda del livello di manifestazione, può essere anche invalidante.

Artrosi

Ovviamente ci sono modi per prevenire e tenere sotto controllo tale malattia, acnche son specifici integratori come questo.

Cos’è l’artrosi

L’artrosi è una vera e propria malattia, la quale è dovuta principalmente all’usura e all’invecchiamento delle articolazioni.

Lenti a contatto Acuvue

In genere l’artrosi va a colpire quelle zone normalmente più sottoposte al carico, ovvero le anche, le ginocchia e la colonna vertebrale. Non solo queste zone sono interessate dall’artrosi, perché sebbene si tratti di qualcosa di estremamente raro, l’artrosi può colpire anche le articolazioni di mani e piedi.

Cause dell’artrosi

Le cause dell’artrosi non sono conosciute, ovvero ancora oggi non si è riusciti ad individuare quali siano le situazioni che possono scatenare questa patologia.

Sulla base di studi, e sul fatto che alla sua presenza vanno ad essere determinanti una serie di fattori, è stato possibile indicare quelli che potrebbero rappresentare di fatto dei fattori di rischio. Andiamo a vedere da vicino quali sono:

Età

Con il passare degli anni si ha una perdita di elasticità per quanto riguarda la cartilagine e quindi diminuisce di fatto la resistenza alle sollecitazioni. Tutto questo va a favorire l’azione lesiva dovuta ad altre ragioni.

Fattori meccanici

Nello specifico, ci riferiamo a quelle malformazioni o malposizioni articolari che sono principali cause nell’artrosi del ginocchio.

Ereditarietà

Ci sono alcuni fattori che sono legati principalmente a malattie ereditarie come l’emocromatosi, la sindrome di Ehlers-Danlos e la sindrome di Marfan.

Obesità e malattie del sistema endocrino

L’obesità è un fattore di rischio elevato, in quanto le articolazione devono sorreggere un forte peso per molto tempo.

Infiammazione

La sua presenza negli ultimi tempi è stata considerata come un elemento pericoloso per l’artrosi.

Sintomi dell’artrosi

Quali sono i sintomi che ci possono informare della presenza di artrosi? I sintomi che si possono considerare come classici e quindi più comuni, sono senza dubbio il:

  • costanti scrosci articolari,
  • dolore alle articolazioni, ma capita anche alla schiena,
  • rigidità,
  • limitazione nel poter utilizzare l’articolazione.

Per quanto riguarda il dolore di parla di dolore meccanico, ovvero che viene avvertito principalmente dopo un qualsiasi tipo di esercizio, oppure, nel caso si vada a caricare un elevato peso sull’articolazione interessata.

Altro sintomo che ci avverte della presenza di artrosi è senza dubbio quello dei cosiddetti scrosci articolari, ovvero la sensazione che durante i movimenti ci sia un cedimento dell’articolazione.

Quando l’artrosi colpisce le mani, uno dei sintomi più evidenti è quelle delle deformazioni alle piccole articolazioni delle dita. Ci sono due diverse tipologie di questa manifestazione, la prima è quella detta “noduli di Heberden”, che interessa le articolazioni distali (ovvero quelle finali) delle dita, l’altra è quella detta “noduli di Bouchard”, che interessa invece le articolazioni prossimali delle dita. Entrambe le manifestazioni possono essere dolorose e causare una limitazione dei movimenti.

Vedi anche l’articolo di approfondimento sulla differenza tra artrite e artrosi e quello specifico sull’artrite.

Come curare l’artrosi?

E’ bene precisare che, sebbene esistano diverse tipologie di trattamento per quanto riguarda l’artrosi, una volta instauratasi non esiste una cura risolutiva.

La terapia principale alla quale i medici si affidano è quella analgesica, che ovviamente prevede la somministrazione di antidolorifici al momento del bisogno, ovvero quando è necessario andare a diminuire il dolore e permettere quindi un miglior movimento articolare.

Artrosi localizzata

Nel caso in cui ci troviamo di fronte ad un’artrosi localizzata, che sia situata quindi a livello di un’articolazione specifica (per fare alcuni esempi le ginocchia, le mani o le anche), i medici optano per le infiltrazioni con acido ialuronico.

Quando invece a seguito della presenza di artrosi si manifestano particolari infiammazioni, queste vengono trattate con i corticosteroidi.

Casi gravi di artrosi

Per quanto riguarda infine, i casi più gravi di artrosi, per i quali i precedenti trattamenti risultino inefficaci, si passa a quel trattamento ortopedico che prevede il posizionamento di protesi articolari.

Rimedi naturali contro l’artrosi

Le cure naturali per l’artrosi sono chiaramente legate a estratti o lavorazione particolare di quelle piante che hanno per loro natura proprietà antinfiammatorie, come ad esempio la radice di liquirizia. Andiamo a vedere quali sono quelle principali:

Artiglio del diavolo

Artiglio del diavolo (qui un’ottima pomata), si tratta di una pianta conosciuta in campo omeopatico per le sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie. Questo grazie agli Harpagosidi che si trovano all’interno della sua radice.

L’artiglio del diavolo si è dimostrato decisamente attivo soprattutto per il trattamento di dolore e infiammazione dovuti ad artrite, mal di schiena, mal di denti, cervicale, sciatica, contusioni, e appunto artrosi.

Glucosamina

Glucosamina (qui un ottimo integratore) è uno dei fattori che incide insieme ad altri nella manifestazione dell’artrosi è la carenza di questo aminozucchero.

La glucosamina è un componente naturale che il nostro organismo va a ricavare direttamente dal glucosio, e siccome con l’età l’autoproduzione diminuisce, in qualche modo si deve andare ad integrarla in maniera “artificiale”.

Basterà dunque affidarsi agli integratori naturali di glucosamina, i quali aiutano a ridurre gli effetti dell’artrosi senza causare effetti collaterali.

Acido ialuronico

Acido ialuronico (qui un ottimo integratore), come sappiamo è il principale componente del tessuto connettivo e del liquido sinoviale.

Una delle sue migliori caratteristiche è certamente quella di trattenere l’acqua nei tessuti, che, come si può facilmente immaginare, lo rende decisamente utile per la cute e le articolazioni.

Tra le varie proprietà che possiede l’acido ialuronico, ci sono quelle cicatrizzanti ed antinfiammatorie, che lo rendono di fatto un eccellente alleato in questa battaglia difficile.

Vantaggio ulteriore il fatto di essere privo di controindicazioni e di effetti collaterali.

Collagene

Collagene (qui un ottimo integratore), sappiamo quanto questo elemento sia essenziale per le articolazioni, in quanto parliamo di una proteina che è la principale per quanto riguarda il tessuto connettivo.

Una delle sue funzioni è quella di irrobustire e rendere elastici diversi tessuti e organi. Inoltre, il collagene aiuta la diminuzione del dolore e porta sollievo alle articolazioni, diventando uno dei migliori alleati contro l’artrosi.