Colesterolo Alto: Frutta da evitare

Il colesterolo viene prodotto per circa l’80% dall’organismo e la quota rimanente viene assorbita dal cibo di origine animale assunto con la dieta. Se tutto funziona correttamente, più assumiamo colesterolo e meno ne produciamo e viceversa senza avere problemi di colesterolo alto. Tuttavia, può capitare che questo equilibrio venga interrotto e si abbia ipercolesterolemia e le cause possono essere molteplici.

Colesterolo Alto: Frutta da evitare o mangiare con moderazione

Oltre a questioni genetiche, il colesterolo alto può essere dovuto a particolari malattie come:

  • diabete,
  • problemi endocrini legati alla tiroide,
  • fumo,
  • farmaci,
  • scarsa attività fisica,
  • dieta squilibrata.

Il colesterolo alto è un disturbo comune a milioni di persone e se viene sottovalutato può portare a problemi al sistema cardiocircolatorio molto gravi. Un eccesso di grassi nel sangue può causare la cosiddetta aterosclerosi, ovvero la formazione di placche nelle arterie che ne riduce la funzionalità.

Il miglior metodo per combattere il colesterolo alto è innanzitutto una dieta equilibrata, accompagnata da un minimo di esercizio fisico giornaliero. Per una dieta equilibrata si consiglia di consumare almeno due porzioni di frutta al giorno, in quanto contiene elementi utili all’organismo come fibre, minerali, antiossidanti e vitamine.

Per chi deve combattere con il colesterolo alto, però, sarebbe meglio ridurre il consumo di alcuni particolari frutti.

Infatti, è bene ricordare che la frutta contiene anche fruttosio, uno zucchero che può provocare un innalzamento del colesterolo. Pertanto, sebbene non vi siano specifici frutti da evitare in caso di colesterolo alto, è sicuramente opportuno consumarli nelle giuste quantità e scegliere principalmente la frutta con minore contenuto di fruttosio.

Colesterolo Alto: Frutta da evitare o mangiare con moderazione

Chi soffre di colesterolo alto dovrebbe stare attento a quella frutta che ha un elevato contenuto di carboidrati e di zuccheri semplici o fruttosio.

Gli alimenti che hanno una maggiore concentrazioni di questi elementi che possono contribuire ad alzare la glicemia sono:

  • Datteri,
  • frutta secca,
  • pere,
  • fichi secchi,
  • castagne,
  • Prugne secche,
  • ciliegie

C’è da dire che in realtà tutta la frutta è sempre consigliata, ad esempio le pere o il kiwi, contengono fruttosio, ma anche contengono un buon quantitativo di pectina e fibre che invece risultano utilissime.

Molti indicano le mele come un frutto da evitare in caso di colesterolo alto, ma in realtà secondo alcuni recenti studi condotti da ricercatori dell’Università di Oxford, una mela al giorno potrebbe drasticamente ridurre il rischio correlato a malattie cardiovascolari, quindi il detto “Una mela al giorno toglie il medico di torno” sembra essere veritiera.

Generalmente si può davvero dire che tutta la frutta è sempre consigliata per chi ha il colesterolo alto, solo bisogna variare e come ogni cosa e ogni alimento non bisogna esagerare.

Leggi anche il nostro approfondimento su Cosa mangiare per abbassare il colesterolo e quello sui frutti che abbassano il colesterolo.

Nel caso di colesterolo alto è chiaro che, anche se si tratta di un alimento ottimo e salutare come la frutta, un eccesso nell’assunzione di tale alimento porta un apporto troppo alto di zuccheri nel sangue.

Prima di modificare la propria dieta è comunque sempre opportuno rivolgersi a un medico, nutrizionista o dietologo per avere consigli ad hoc su quale regime alimentare seguire in base alle necessità specifiche del proprio organismo.

Al contrario, chi soffre di colesterolo alto deve integrare la propria dieta con altre tipologie di frutta, che invece possono contribuire a controllare la glicemia. Si parla di:

  • Arance e agrumi in generale,
  • Fragole,
  • Melone giallo,
  • Ananas,
  • Melagrana
  • Avocado.

Oltre alla frutta, quando si parla di colesterolo alto, bisogna stare attenti in generale a cosa mangiare e come cucinare. Ricorda di preferire bollitura, la stufatura, il vapore, e la cottura al forno tradizionale e a microonde o la grigliatura sono tutte tecniche di cottura da preferire alla frittura.

Leave a Reply