Quando prendere le vitamine?

275

Spesso si hanno le idee confuse su come e quando assumere le vitamine e gli integratori; ecco come prenderle in maniera corretta ed efficace

Quando prendere le vitamine e gli integratori?
Quando prendere le vitamine e gli integratori?

Le vitamine sono spesso elementi importanti nella dieta alimentare delle persone, e la loro assunzione molte volte mette le persone in difficoltà riguardo al momento in cui assumerle.

Nel nostro testo andremo a vedere quale sia il modo giusto per prendere le vitamine ponendoci due quesiti, ovvero se è meglio la mattina o la sera e se prima o dopo i pasti.

Quando prendere le vitamine e gli integratori?

Un aspetto essenziale di cui tenere conto prima di entrare nel dettaglio di quelle che sono le indicazioni mediche sulle preferenze di assunzione, è che non tutte le vitamine viaggiano nella stessa direzione (fonte). Ci sono quelle che per loro natura richiedono di attenersi a regole specifiche, e altre che invece non prevedono regole. Unica norma da seguire quella di essere costanti nel prenderle.

La scienza raccomanda spesso di fare molta attenzione, in quanto a seconda del tipo di integratore vitaminico che si va a prendere possono esserci degli effetti collaterali. In alcuni casi possono essere anche molto pesanti. Di base rimane comunque importante il fatto di non lasciare buchi tra un assunzione e l’altra, ovvero non fare interruzioni nel trattamento.

La scienza ci dice anche un altra cosa, ovvero che è meglio evitare se possibile l’assunzione di vitamine in maniera diversa dalla dieta alimentare.

Laddove non si possa fare altrimenti, è necessario ricorrere agli integratori vitaminici.

Nel nostro articolo andremo a trattare nello specifico come funziona il discorso delle vitamine.

Prendere le vitamine la mattina o la sera?

Il primo quesito a cui vogliamo dare una risposta è se sia meglio prendere le vitamine al mattino oppure alla sera.

Si deve considerare che il nostro corpo reagisce in modo diverso all’assunzione delle vitamine tramite il cibo rispetto a farlo attraverso gli integratori. Quando si assumono come aggiunta all’alimentazione le vitamine hanno una reazione più forte all’interno dell’organismo che se assunte attraverso il cibo.

In pratica, danno un apporto energetico notevole. Dunque, da questo si evince che sia meglio prenderle al mattino appena ci si sveglia. Aumentando il nostro livello di energia, se le si dovesse assumere in ora tarda si potrebbero avere problemi a dormire.

Le vitamine meglio prima o dopo i pasti?

Questa domanda è forse la più complessa, in quanto non esiste una risposta identica che valga per tutte le tipologie di vitamine assunte tramite integratore.

Sebbene di solito esse si assumono attraverso la normale alimentazione, non è detto che anche gli integratori si sposino bene con i momenti in cui si mangia. Tutto dipende dal tipo di vitamina che si va ad assumere.

Ci sono tipologie di vitamine che si possono prendere prima dei pasti, e altre che invece sono più efficaci se prese dopo aver mangiato. (fonte)

Andiamo a vedere da vicino come funziona.

La vitamina idrosolubile

Cominciamo dalle vitamine idrosolubili. Tra queste ci sono le più essenziali per il nostro organismo, come ad esempio la vitamina C e la vitamina B.

Per quanto riguarda la vitamina C, sappiamo quali siano gli effetti prodotti. E’ accertato infatti, che si possa assumere in qualsiasi momento della giornata. La sua assunzione non deve avvenire in un’unica soluzione, ma attraverso più somministrazioni (a piccole dosi) durante l’arco della giornata.

Le vitamine del gruppo B ad esempio prevedono un andamento diverso. Essendo una tipologia che favorisce l’aumento dell’energia, da quello detto in precedenza possiamo evincere che si debbano assumere la mattina appena svegli.
Le vitamine che fanno parte della famiglia delle idrosolubili sono:

  • Tiamina
  • Vitamina C
  • Vitamina B-6
  • Niacina
  • Biotina
  • Acido folico
  • Acido pantotenico
  • Riboflavina
  • vitamina B-12

Oltre all’aspetto legato all’energia profusa che può essere lesiva del riposo, è stato accertato che vi sono vitamine come la B-6 che vanno ad interferire in maniera negativa sulla natura del sonno.

Vitamine liposolubili

Si tratta di una famiglia di vitamine che vanno assunte a piccole dosi. Esagerare può risultare dannoso o addirittura tossico per l’organismo.

La particolarità di queste vitamine, ovvero che vanno dissolte nell’olio, le rende prodotti da assumere durante i pasti per favorirne il loro assorbimento. Ecco quali sono le vitamine che rientrano nella categoria delle liposolubili:

  • Vitamina A
  • Vitamina D
  • Vitamina E
  • Vitamina K

Vitamine prenatali

Questa è una delle categorie più particolari e sensibili quando si parla di vitamine, infatti, sono quegli integratori che si devono assumere durante la gravidanza.

Pensiamo che, negli USA, le donne che cercano di avere un figlio assumono l’Acido Folico (essenziale per il regolare sviluppo del feto durante la gravidanza) già prima di rimanere effettivamente incinte.

Sebbene non vi siano indicazioni precise, solitamente l’Acido Folico si prende prima dei pasti.

Nel caso di dimenticanza basta attendere un paio d’ore dal pasto per assumerlo. E’ bene però consultarsi prima con il medico che segue la gravidanza, in quanto nel 2019 è stato scoperto che alcuni tipi di vitamine prenatali, prese a stomaco vuoto, hanno provocato indigestione e nausea.

Quando conviene prendere le vitamine, in conclusione?

Per concludere, possiamo dunque affermare che in merito alle vitamine da assumere tramite integratori, non esistono particolari problemi legati alla loro assunzione. Eccezion fatta ovviamente per quella tipologia che dà problemi nel dormire. Dall’altra parte del nostro viaggio, ovvero per quello che riguarda se prendere le vitamine a stomaco pieno o vuoto, la situazione è decisamente più complessa.

Ci sono delle vitamine che possono essere assunte durante o appena dopo i pasti perché non arrecano alcun problema, e altre che invece richiedono l’assunzione a stomaco vuoto. Per tale ragione è necessario evitare il fai da te, sebbene siano solo integratori, alcuni possono essere potenzialmente molto pericolosi se assunti in maniera irregolare.

Prima di cominciare l’assunzione giornaliera di integratori è bene consultare il proprio medico di fiducia.

Articolo PrecedenteQuante uova al giorno si possono mangiare?
Prossimo ArticoloMaschere e rimedi naturali per capelli secchi, sfibrati e che si spezzano
niklaos2005@gmail.com'
Nicola
Sono un autore multitasking, ossia che ama scrivere a prescindere dal tema che deve affrontare. Da qualche tempo però, avvicinandomi al tema della salute per alcuni blog, questo argomento mi ha conquistato. Il motivo? Un po' perché di natura sono curioso, e scoprire cose nuove grazie alla medicina che avanza mi affascina molto. La cosa però più preponderante, è il fatto che scrivere sul tema salute mi fa sentire parte di quella catena che aiuta le persone a prendere coscienza del proprio corpo, mostrando quali sono le cose da fare e da conoscere per combattere qualsiasi malattia e problematiche varie.