Testosterone basso: cause, sintomi, rimedi (anche naturali) per aumentare il testosterone

Uno degli aspetti di cui l’uomo nel corso della sua vita deve tenere conto è il Testosterone, e nello specifico il controllo dei suoi valori.

Testosterone basso: cause, sintomi, rimedi (anche naturali) per aumentare il testosterone

Nel nostro articolo andremo a vedere tutto quello che concerne questo ormone essenziale nell’uomo (in parte importante anche per la donna), da cosa sia nello specifico a quali sono tutte gli elementi da tenere presenti nel caso si presentino valori bassi.

Cos’è il Testosterone

Il Testosterone è in pratica un ormone steroideo che fa parte del gruppo androgeno.

Lenti a contatto Acuvue

La sua funzione è decisamente importante, in quanto è quello che permette nel tempo all’uomo di sviluppare tutte le proprie caratteristiche per eccellenza. Parliamo ovviamente della voce, della muscolatura e dello sviluppo in generale (tra cui la comparsa della barba).

Quando i valori di Testosterone sono bassi, è necessario intervenire immediatamente, in quanto questa situazione può essere causa di diverse problematiche.

Testosterone basso: le cause

Quali possono essere le cause che portano ad un valore basso di Testosterone? Entriamo nel dettaglio per vedere quali possono essere tutte le cause che lo determinano:

Età

Una delle cause primarie della carenza di Testosterone è l’età, in quanto è fisiologico che cali, ma anche la diminuzione deve rientrare in determinati parametri.

Patologie a carattere ereditario

Sebbene siano eventi particolarmente rari, possono esserci delle patologie ereditarie che influiscono sui valori del Testosterone. Citiamo a titolo di esempio la Sindrome di Klinefelter.

Obesità

Anche essere sovrappeso influisce in maniera evidente sulla produzione di questo ormone.

Stile di vita poco sano

Non seguire una regolare dieta alimentare corretta, correlata ad una normale attività fisica, può influire sull’abbassamento dei valori di Testosterone.

Malattie croniche

Ci sono delle patologie come, ad esempio, il diabete di tipo 2, HIV/AIDS, malattie epatiche, renali o disordini di carattere autoimmune, che vanno a influire sui livelli di Testosterone.

Traumi ai testicoli

Essendo lì il luogo di produzione maggiore, un eventuale trauma va segnare in maniera anche pesante la normalizzazione dei valori di questo ormone.

Rimozione chirurgica dei testicoli

Nel caso si subisca un intervento ai testicoli, per esempio in caso di tumore, la rimozione del testicolo porta chiaramente ad una drastica diminuzione dei valori di Testosterone. Così come un conseguente trattamento di tipo chemioterapico o radioterapico.

Assunzione di antidepressivi o antidolorifici

Alcuni farmaci, come appunto antidepressivi o antidolorifici, vanno ad influire molto sul Testosterone.

Testosterone basso: i sintomi

Dopo aver analizzato cosa sia il Testosterone, e quali siano le cause che possono portare ad un abbassamento più o meno significativo dei suoli valori, andiamo a vedere quali sono i sintomi che ci possono avvertire di questa situazione.

Come in tutte le cose che necessitano di trattamento medico, prima si interviene e meglio è. Ecco a cosa si deve prestare attenzione per rendersi conto di essere di fronte ad un problema di questo genere:

Riduzione del desiderio sessuale

Questo è uno degli elementi più classici di un livello basso di Testosterone.

Disfunzione erettile

Spesso di fronte a questa situazione si pensa a tutto meno che alla possibilità di avere un livello di Testosterone non in linea con la normalità. Dunque, prima di arrivare a errate conclusioni, è bene rivolgersi ad un esperto che procederà con le dovute cure in modo da ripristinare la situazione quanto prima.

Problemi di fertilità

Molte volte le coppie che cercano figli e non riescono ad averli pensano a problemi di infertilità irreversibili, mentre spesso le cause sono transitorie e legate ad un basso livello di Testosterone maschile, il quale non permette di essere fertili e quindi di poter procreare.

Insonnia

Anche l’insonnia viene spesso associata a tutto meno che alla carenze di Testosterone, ma invece, tale manifestazione rende difficile avere un sonno regolare.

Ipersudorazione e nervosismo

Audare molto e essere spesso nervosi non sempre è causa delle problematiche della vita che si hanno tutti i giorni, ma su questo stato psichico può influire anche un valore di Testosterone decisamente basso.

Altre ragioni

Altre ragioni che possono avvertirci di questa problematica sono:

  • l’aumento del grasso corporeo e una contestuale riduzione della massa magra;
  • perdita delle densità ossea, comparsa di Osteoporosi;
  • caduta eccessiva dei capelli.

Rimedi per aumentare il Testosterone

Migliori integratori per aumentare testosterone

Miglior integratore per aumentare testosterone basso

Oltre all’assunzione di integratori alimentari per il Testosterone (come ad esempio questo), esistono due strade ben precise per intervenire in modo deciso, una è quella farmacologica, e una è quella di assumere solo cibo naturale.

Andiamo ad analizzare da vicino le due opzioni:

Rimedi farmacologici per il Testosterone

In genere, gli esperti che intervengono per trattare il problema legato al Testosterone con i farmaci, lo fanno quando tale manifestazione influisce anche sull’erezione. Per questo generalmente si prescrive medicinali che si presentano in diverse forme, che vanno dal semplice cerotto, fino ad arrivare alle capsule, passando per compresse o un gel che agisce in circa un’ora.

La cosa importante da tenere presente è che questi prodotti farmacologici sono esclusivamente dedicati a coloro che presentano reali problematiche, per cui non possono e anzi, non devono in alcun modo essere assunti da coloro che siano sani e quindi privi di qualsiasi problematica.

Passiamo ora ad un tipo di approccio più naturale, osservando quali sono i prodotti da mettere a tavola che possono aiutare chi ha bassi valori di Testosterone. Ovviamente aggiungere delle vitamine specifiche come queste è sempre un valido aiuto.

Rimedi naturali per il Testosterone

Le brassiche

Mangiare particolari verdure quali broccoli, cavoli, cavolfiore e cavoletti di Bruxelles, permette di andare a ridurre quello che è l’effetto inibitorio degli estrogeni, quelli che vanno ad influire in modo negativo sulla produzione di Testosterone.

Inserire questo tipo di alimento nella dieta di tutti i giorni, aiuterà nel tempo a tenere in equilibrio i livelli di Testosterone.

Omega3

Sappiamo quanto questo elemento sia importante nella dieta di tutti i giorni per una serie di motivazioni, e come possiamo vedere, lo è anche per aiutare i livelli di Testosterone.

Assumere più Omega3 permette di fatto di andare a tenere sotto controllo lo stress e quindi che al’interno del corpo si produca cortisolo, acerrimo nemico del Testosterone.

Per assumere il giusto quantitativo è consigliata la consumazione del pesce azzurro come sardine e acciughe, del salmone, dello sgombro e infine, anche delle noci.

Assumere zinco

Gli esperti consigliano di non andare in carenza di zinco, in quanto questo è garanzia di protezione del Testosterone.

Come fare per assumere questa sostanza? Essa la ritroviamo nelle giuste quantità in alimenti come i molluschi, le cozze, i granchi le ostriche e le aragoste, il manzo, i semi di zucca, gli spinaci e infine, gli anacardi.

Ridurre gli alcolici

L’alcool è il nemico numero uno del Testosterone e della potenza sessuale, per cui, è necessario eliminarlo o ridurlo al massimo perché non incida in maniera pesante sulla propria vita.

Le vitamine

Ci sono due vitamine che, assunte in maniera corretta e costante, aiutano a mantenere in buono stato i valori del Testosterone.

Parliamo della vitamina D e della vitamina K2, che come dicono gli esperti sono le principali a stimolare la produzione di testosterone.

Mix Multivitaminico per aumentare il testosterone >>