Dolore in basso a destra: cos’è?

75

Il dolore in basso a destra è un disturbo frequente che coinvolge diverse zone del corpo: scopriamo cos'è e a quali cause può essere legato.

Dolori in basso a destra
Dolori in basso a destra

I dolori al basso ventre sono un sintomo diffuso tra le donne; tuttavia, il dolore alla pancia in basso a destra può manifestarsi anche nell’uomo, sia per condizioni fisiologiche che, più raramente, patologiche. Non solo il ventre; la sofferenza al lato destro può riguardare la schiena, la nuca, la zona lombare e anche gli arti inferiori e le cause ad esso riconducibili saranno altrettanto differenti.

Vediamo subito quali sono i tipi di dolore in basso a destra più comuni e i loro sintomi, ricordando che in caso di male acuto e duraturo occorre rivolgersi al proprio medico ed evitare rimedi fai-da-te.

Dolore in basso a destra in gravidanza

Può capitare di avvertire un dolore nel basso ventre a destra in gravidanza, e la prima (e comprensibile!) reazione è quella di allarmarsi e temere per il piccolo.

In realtà durante la gravidanza è fisiologico avvertire dolore in basso a destra, sia nella parte dell’addome che della schiena. Ciò è valido soprattutto all’inizio del periodo di gestazione; si tenga presente che l’utero sta crescendo. Allo stesso modo, durante gli ultimi 3 mesi potrebbero avvertirsi delle sofferenze perché l’utero si sta preparando al parto. Se gli spasmi e le contrazioni sono simili a quelli mestruali, non si ha nulla da temere. Anche nel secondo trimestre possono verificarsi questi disturbi; la pancia aumenta di volume e si distendono i muscoli.

Quando andare dal medico? Campanelli d’allarme possono essere perdite di sangue, febbre, dolore persistente e continuo per molti giorni, sofferenza durante la minzione, vertigini e svenimenti. In tal caso, medico e base e visita specialistica immediatamente.

Per saperne di più, ecco una semplice ma esaustiva guida redatta da professionisti del settore.

Dolore in basso a destra e ciclo

Rimaniamo nell’universo femminile, cercando di capire a cosa è dovuto il dolore in basso a destra prima del ciclo o durante l’ovulazione. Le cause possono essere diverse; chi soffre di endometriosi, ad esempio, conosce purtroppo bene questo dolore, così come le donne affette da dismenorrea. In questo secondo caso, il dolore si associa spesso a cefalea, nausea e vomito; per il trattamento, occorre valutare insieme al proprio medico una terapia farmacologica, e talvolta può rendersi necessaria una cura di ormoni estro-progestinici.

Il caso più frequente, tuttavia, è quello di sofferenza durante l’ovulazione, che comunque tende ad attenuarsi dopo 1-2 giorni. Spesso è compresente un dolore alla schiena, all’altezza dei reni, ma niente paura: vedremo tra poco come distinguerli.

Dolore addominale

Nella maggior parte dei casi, un leggero dolore alla pancia o addominale in basso a destra non è niente di preoccupante. Naturalmente, se dovessero farsi più intensi o persistere per più giorni è sempre bene contattare il proprio medico. Comunque sia, una delle cause più frequenti di dolore in basso a destra  del ventre è la dispepsia; in parole povere, l’indigestione. A sua volta, ciò può essere dovuto a difficoltà digestive o alla cattiva quanto diffusa abitudine di mangiare rapidamente. Prova a mantenerti leggero e ad assaporare di più i cibi, potresti notare il disturbo scomparire da solo senza assunzione di farmaci.

Lo stesso lieve dolore in basso a destra potrebbe verificarsi in seguito a un eccessivo consumo di caffè e bevande contenenti caffeina, nonché bibite gassate. Anche in questo caso, uno stile alimentare più sano può aiutarti a ridurre la sofferenza.

Meno diffuso è il dolore in basso a destra per appendicite. L’origine di questo disturbo è al centro dell’addome, ma nel caso di infiammazione acuta, si avverte un dolore forte alla pancia in basso a destra. Ma come riconoscere i primi segni dell’appendicite prima che sfoci in peritonite? Se si tratta di appendicite, avrai dolore in basso a destra e nausea, e spesso anche diarrea.

Dolore dietro la testa in basso a destra

Stress, tensioni, fatica, mancanza di sonno e perfino alimentazione scorretta possono provocare mal di testa e dolori dietro la nuca. Se si avverte una localizzazione netta a destra (o a sinistra), molto probabilmente è emicrania, una forma di cefalea non grave ma spesso molto forte, e che coinvolge anche il naso o gli occhi. Altre cause possono essere la nevralgia del trigemino o i dolori cervicali, e persino problemi dentali legati alla malocclusione o al bruxismo.

Medico e base ed eventuali specialisti sapranno fare la diagnosi corretta e consigliarti i rimedi migliori per il tuo caso. In attesa di queste visite, puoi optare (senza abusarne!) di FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei da banco, sempre sotto consiglio medico.

Dolore alla schiena in basso a destra dei reni

Molto spesso è legato al dolore in basso a destra e dietro la schiena, e diventa difficile distinguere se si tratta proprio di una sofferenza ai reni o se invece sono coinvolti i muscoli. Per quanto complicato, il primo passo è verificare la localizzazione esatta. In generale, possiamo dire che il dolore lombare (ne abbiamo parlato qui in maniera più estesa) in basso a destra è più esteso e prende anche i glutei; inoltre, è un fastidio intermittente.

Al contrario, il dolore alla schiena che dipende dai reni sensibilizza una zona più ridotta ed è continuo. I responsabili potrebbero essere dei calcoli renali, che non sempre vengono espulsi naturalmente dal corpo; per evitare peggioramenti, è bene prenotare una visita dal proprio medico che indirizzerà verso uno specialista per una terapia adeguata.

Attenzione invece ai dolori intensi durante il ciclo; in questo caso i sintomi potrebbero far pensare ai reni, trattandosi di sofferenza continua, ma si tratta “solo” della conseguenza delle contrazioni uterine. Impropriamente parliamo di “mal di reni”, ma sarebbe più corretto dire “mal di schiena”.

Dolore al torace in basso a destra sotto le costole

Trattasi spesso di nevralgie intercostali, da escludere invece un infarto poiché sarebbe caratterizzato da dolori sul lato sinistro. Si tratta spesso di stiramenti e strappi, comunque da trattare e non banalizzare per evitare sfocino in disturbi cronici.

Possono presentarsi simultaneamente dolori alla schiena e sensazione di formicolio; da non preoccuparsi se il dolore è superficiale, mentre se aumenta premendo la zona è necessario rivolgersi ad un medico per una diagnosi. Potrebbe infatti trattarsi di una costola rotta o incrinata successivamente a un trauma.

Occorre però fare molta attenzione al caso in cui i dolori siano manifestazione di pancreatite acuta, spesso dovuta alla presenza di calcoli. Di solito questa patologia coinvolge la parte alta dell’addome, ma può interessare anche altre zone o comunque essere difficile da localizzare. Trovi qui qualche utile consiglio su come individuare un possibile caso di pancreatite acuta e come si cura.

Aria nella pancia e dolori

Aria nella pancia e dolore in basso a destra sono disturbi più diffusi di quel che si crede. La cattiva digestione è il principale responsabile, ma possono essere dovuti anche a virus gastrointestinali e colon irritabile.

Oltre al trattamento farmacologico cui provvederà il tuo medico, va tenuta presente la necessità di non introdurre aria nello stomaco. Niente bibite gassate, masticazione lenta e soprattutto non parlare quando si è a tavola, possono essere valide indicazioni per lenire il disturbo.

Da non sottovalutare anche le cause psico-somatiche; ansia e stress sono all’origine soprattutto di dolore in basso a destra poco sotto l’ombelico.

FAQ: rispondiamo alle domande più frequenti

Ho spesso un dolore in basso a destra durante il ciclo, come lo calmo?

Come abbiamo detto prima, i dolori localizzati al ventre in basso a destra, all’altezza delle ovaie, possono avere più cause. Se non soffri di endometriosi o dismenorrea (accertatene con una visita ed esami annessi!), si tratta dei classici crampi da ovulazione: un antinfiammatorio da banco, un massaggio e una borsa d’acqua calda sulla zona dovrebbero renderti la sofferenza sopportabile.

Dolore in basso a destra quando tossico: devo andare al pronto soccorso?

In assenza di altri sintomi, e se il dolore non prosegue da troppi giorni, può trattarsi verosimilmente di fitte intercostali. Anche in questo caso, un antinfiammatorio a stomaco pieno risolve il problema. Tieni però presente che se in passato hai avuto contusioni o lussazioni in quella zona, potrebbe essere necessaria, o almeno utile, un’ecografia muscolo-tendinea della parete addominale.

Quando mi piego avverto un dolore in basso a destra, cosa succede?

Dipende dalla zona! Come abbiamo detto, localizzare il punto esatto del fastidio è un’operazione preliminare difficile ma essenziale. Se la zona è quella del ventre, potrebbe trattarsi di meteorismo addominale, soprattutto se si soffre di colon irritabile. Un’altra motivazione potrebbe essere quella di uno sforzo prolungato; il dolore in basso a destra all’altezza del fegato è spesso transitorio e legato proprio ad un’attività fisica eccessiva rispetto alle proprie abitudini.

Sono uno jogger e avverto spesso un dolore in basso a destra durante la corsa: dovrei smettere?

Assolutamente no! Ma con altrettanta decisione possiamo dirti che devi fare attenzione, anzitutto al momento in cui il dolore si manifesta. Se è all’inizio, potresti non aver svolto il riscaldamento minimo che il tuo corpo richiede. In parole poverissime, se intensifichi troppo rapidamente lo sforzo, i muscoli chiameranno in aiuto il fegato, e questo processo brusco provoca la sensazione di dolore al fianco destro.

Se invece avverti una sofferenza durante la corsa, potrebbe trattarsi di microcalcoli all’interno della cistifellea (o colecisti). Alimentazione e idratazione corretta funzionano nel caso in cui i calcoli non si siano stabilizzati; in caso contrario, subito dal medico per controllare fegato, colecisti e pancreas.

Puntualizziamo anche che a volte questo genere di dolori sono connessi all’assunzione di farmaci, ad esempio antibiotici e antinfiammatori: ricorda di riferire eventuali terapie in corso o appena terminate in sede di visita.

Mi è capitato di avvertire dolori durante e dopo un rapporto, da cosa dipendono?

Il dolore in basso a destra durante e/o dopo un rapporto può manifestarsi in mille modi, e può ricordare talvolta i fastidi pre-mestruali. Può darsi che non ci sia stata sufficiente lubrificazione, con conseguente irritazione della mucosa vaginale; ancora, il dolore può dipendere dalla vescica, “stuzzicata” con il movimento meccanico.

Infine, se il male si è manifestato durante o dopo un rapporto consumato nei giorni dell’ovulazione, è probabile che dipenda dall’abbassamento dell’utero, e quindi ad un innalzamento del livello di sensibilità. La delicatezza sarà la migliore terapia.

Perché sento un dolore in basso a destra quando urino?

Anzitutto occorre cercare di capire se il dolore è interno o esterno. Nel primo caso può essere dovuto a un’infezione del tratto urinario; nel secondo potrebbero invece essere i tessuti, appunto, esterni ad essere infiammati.